©2021

LUTTO NEL GIORNALISMO LIGURE, ADDIO A STEFANO PORCÙ FU PRESIDENTE DELL’ORDINE REGIONALE E CONSIGLIERE NAZIONALE

LUTTO NEL GIORNALISMO LIGURE, ADDIO A STEFANO PORCÙ FU PRESIDENTE DELL’ORDINE REGIONALE E CONSIGLIERE NAZIONALE
20 Ottobre 2021 Barbara Amelotti

Grave lutto per il giornalismo ligure. È deceduto Stefano Porcù che era stato presidente dell’Ordine dei giornalisti della Liguria e consigliere nazionale dell’Odg.  Aveva 96 anni. Stefano “Nino” Porcù, giornalista dell’Unità, partigiano, è stato una figura di primo piano del giornalismo per caratura professionale, per l’alta statura morale, per l’impegno civile e sociale e per il rilevante contributo che ha dato all’attività sindacale e agli enti di categoria. Pochi mesi fa aveva ripreso in mano il suo libro “Nonno, chi erano i partigiani?” per una nuova edizione del volume che ricorda la sua esperienza di partigiano a 18 anni con Bisagno. “Nino” era figlio di Giovanni Porcu’, uno dei fondatori del Pci nel 1921, poi arrestato e deportato, e di Vincenzina Musso, “Tamara”, vicecomandante della brigata femminile Alice Noli. Una vita lunghissima quella di “Nino”, una grande passione per la scrittura, per il giornalismo, per lo sport e per l’Unità il quotidiano dove ha lavorato fin da giovanissimo. Chi lo ha conosciuto ne ricorda la cordialità la grande sensibilità umana, la disponibilità verso i colleghi che lo hanno stimato apprezzandone il rigore e l’equilibrio del suo impegno alla guida dell’Ordine. I giornalisti liguri e l’Ordine dei giornalisti della Liguria sono vicini con affetto alla moglie Mira, al figlio Mauro e ai nipoti Franco e Riccardo.